Pubblicato il

iDoctor® rosso fuoco

A partire dal giorno 14 Febbraio, in occasione di San Valentino 2019, potrete usufruire di una speciale promozione. Portando due dispositivi in riparazione, nello stesso momento, avrete diritto ad un 15% sulla seconda accettazione di laboratorio. Tale promozione sarà valida dal giorno 14 Febbraio al giorno 28, compresi! Cos’aspetti? Passaparola con gli amici per guadagnarti un super sconto!
La promozione è valida su tutti i dispositivi a listino: Samsung, Huawei, Apple.
Si intende valida la promozione per una riparazione superiore a 50€
Share
Pubblicato il

iPhone4Cash

 

Da Dicembre 2018 i nostri Centri iDoctor® sono predisposti per il ritiro di prodotti non funzionanti o anche semplicemente usati pagandoli per contante. Contatta il tuo Centro più vicino, portarci il tuo dispositivo, che sia esso rotto, nuovo, usato, richiedi una valutazione per contante oppure acquista un nuovo dispositivo permutando il tuo vecchio! E sopratutto, potrai portare tutte le marche che vorrai, non solo Apple®!

Cerca il Centro iDoctor® più vicino a te: Cerca ora
Share
Pubblicato il

Face ID come Touch ID?

Attenzione all’iPhone X avrei voluto chiamare questo articolo, però mi sembrava troppo poco consono.
Face ID iPhone X
Face ID iPhone X
Durante alcuni test è stato diagnosticato che il connettore della fotocamera anteriore – comprendente anche sensore di prossimità, sensore luce ed appunto fotocamera – è criptato da Apple® e quindi legato direttamente al telefono associato (presumibilmente tramite miei e/o s/n), quindi non sostituibile. Questa situazione sembra proprio come la precedente vista con il touch-id dei prodotti a partire da 5s. Questo problema si verifica solo durante l’installazione di un nuovo circuito fotocamera Face ID, quindi attenzione alla sostituzione in quanto si rischia di non poter più utilizzare questa funzionalità innovativa. Vedremo con i test futuri come seguirà l’evolversi della situazione.
Share
Pubblicato il

Utilizza Smart Switch per trasferire i tuoi dati dal tuo Samsung ad un nuovo Smartphone Galaxy!

Samsung Smart Switch è un’utilissima applicazione compatibile con moltissimi smartphone Android e non solo: permette di passare i vostri dati (app, rubrica, musica, foto, video, eventi del calendario, messaggi di testo, impostazioni del dispositivo e altro ancora) dal vecchio dispositivo al nuovo Samsung Galaxy, il tutto in modo rapido e senza fili (con alcune limitazioni) Smart Switch può rendervi decisamente più semplice il passaggio a un nuovo smartphone Samsung Galaxy, sia da dispositivi Android, sia da quelli con altri sistemi operativi come iOS, Windows Phone e BlackBerryOS. Per i primi è possibile il trasferimento tramite rete wireless (con Android 4.0 o versioni successive) o cablato (richiesti Android 4.3 o versioni successive). Tra i device compatibili compaiono quelli di HTC, LG, Sony, Huawei, Lenovo, Motorola, PANTECH, Panasonic, Kyocera, NEC, SHARP, Fujitsu, Xiaomi, Vivo, OPPO, Coolpad(DazenF2), RIM(Priv), YotaPhone, ZTE(Nubia Z9), Gionee, LAVA, MyPhone(My28s), Cherry Mobile, Google(Pixel). Dopo aver stabilito una connessione tra i due dispositivi, Smart Switch vi condurrà al trasferimento tramite una semplice procedura guidata; la durata dipende ovviamente dalla quantità di dati: se dovete trasferire solamente documenti, rubrica, messaggi, lasciando fuori immagini e soprattutto video, il tutto si svolgerà con grande rapidità, altrimenti sarete costretti ad aspettare anche diverse decine di minuti (viene comunque fornita una stima). Una volta concluso sarete perfettamente in grado di iniziare a utilizzare il vostro nuovo smartphone Galaxy, tenendo comunque conto che l’app non è in grado di trasferire proprio tutto.
Share
Pubblicato il

I primi iPhone SE assemblati in India appaiono in commercio!

Secondo quanto riportato dal sito The Indian Express, avrebbero iniziato a circolare i primi modelli di iPhone SE assemblati in India. Sappiamo che Apple ha cominciato attivamente ad occuparsi della produzione di iPhone SE in questo paese solamente lo scorso maggio, dando il via all’iniziativa “Make in india” pensata assieme al primo ministro Narendra Modi dopo una serie di colloqui con Tim Cook. Risultati immagini per iphone seGrazie alla partnership con Wistron, si è dato il via all’assemblaggio dei primi iPhone SE per il mercato indiano, tuttavia sono pochi i modelli in circolazione in questo momento. Alcuni sample sarebbero stati avvistati a Bangalore come parte di una produzione minore che potremmo definire “di prova”, e pertanto limitata. Il progetto prevede un progressivo abbassamento di prezzo in futuro per questo modello, operazione che non si è ancora concretizzata se consideriamo che attualmente non pare ci siano differenze con quelli di fabbricazione cinese. La scelta di produrre in India un modello base pare sia stata operata come compensazione del rallentamento del mercato cinese e della scarsa quota di Apple nel territorio indiano, dove predomina la vendita di dispositivi low-cost. iPhone SE non ricade propriamente in questa categoria, tuttavia l’azienda spera che la forza del suo brand possa rappresentare una spinta sufficiente al guadagno di quote di mercato, attualmente di poco superiori al 2%.
Share
Pubblicato il

La CIA non è riuscita ad hackerare i Router AirPort di Apple: ottima pubblicità gratuita per l’azienda

Ottima pubblicità gratuita per Apple: La CIA non è riuscita a penetrare i router AirPort modificandogli il firmware. E’ un peccato che l’azienda abbia smesso di aggiornarli.. chissà che non si ravveda.

E’ da molto tempo che Apple non lancia nuove TimeCapsule o AirPort però non sono mai mancati aggiornamenti di sicurezza e del firmware per i prodotti già in commercio. La migliore pubblicità per Apple, relativamente a questa categoria di prodotti, è arrivata oggi dalla notizia che la CIA non è riuscita a prendere il controllo delle AirPort Apple con il suo strumento denominato Claymore. La CIA, penetrando nei router e modificandone il firmware, può sfruttare un meccanismo che reindirizza il traffico web e può individuare anche password. Tutto questo è stato diffuso su Wikileaks, dimostrando che la CIA è riuscita a penetrare Router Asus, Belkin, Buffalo, Dell, DLink, Linksys, Motorola, Netgear, Senao e US Robotics, realizzando anche dei firmware personalizzati. La CIA ha tentato anche di penetrare nelle AirPods ma il tentativo è fallito in quanto non si è riusciti ad alterare il firmware. Ad ostacolare l’hackeraggio è stata una funzionalità di sicurezza integrata proprio nel firmware Apple, creata con un codice ad hoc, senza partire da sistemi già esistenti. Gli aggiornamenti AirPort inoltre, sono segnalati dal sistema operativo del computer e quindi anche i meno esperti li eseguono con la massima velocità.
Share
Pubblicato il

Apple brevetta il Touch ID nel tasto di accensione dell’iPhone

In questi giorni stanno girando tantissimi rumors sul nuovo iPhone 8, il punto più discusso è quello relativo all’installazione del Touch ID. Le prime voci lo davano sul retro, poi sono state superate da quelle che lo volevano sotto allo schermo. Nel frattempo però Apple ha brevettato un sistema per inserirlo sul tasto di accensione. Il brevetto , con il titolo “Finger biometric sensor assembly including direct bonding interface and related methods“, descrive un metodo per incorporare un lettore di impronte digitali in un pulsante. L’ipotesi migliore sarebbe nel tasto di accensione. Nel brevetto viene evidenziato che lo strato esterno del tasto potrebbe comprendere un pezzo estremamente sottile di vetro o zaffiro. SONY utilizza già da qualche anno questo tipo di approccio, integrando il lettore nello stesso tasto che bisogna premere per attivare lo schermo.
Share
Pubblicato il

Apple raggiunge l’83% dei profitti globali nel Q1 2017

Un nuovo rapporto della società di ricerca Strategy Analytics indica che Apple ha raggiunto l’83,4% dei profitti operativi combinati del mercato globale di smartphone per il primo trimestre 2017, in aumento del 3,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ciò si traduce in guadagni finanziari di circa 10,1 miliardi di dollari. Nel frattempo, Samsung si piazza saldamente al secondo posto, raggiungendo il 12,9% con 1,57 miliardi di dollari nei profitti operativi. Si tratta di una significativa riduzione rispetto al 21,9% registrato dalla società nel primo trimestre del 2016. Secondo gli osservatori del settore, le perdite sono state causate dalla saturazione del mercato e dai margini generalmente in diminuzione. Per tutti gli altri produttori di smartphone rimane invece circa il 3,7% combinato. Parlando a Yonhap News, un esperto di mercato mette in evidenza la situazione: “Di circa 300 produttori di smartphone, solo 10 aziende stanno generando profitti. In termini di profitti, il dominio di Apple e la bipolarizzazione del mercato tra le aziende che fanno soldi e quelli che lottano per trasformare un profitto sono diventati chiari”.
Share
Pubblicato il

Wozniak: «Le innovazioni arriveranno da Tesla, non da Apple»

Steve Wozniak, che fondò Apple insieme a Steve Jobs, ha dichiarato in una recente intervista che le future innovazioni del settore tech arriveranno da Tesla.

Il co-fondatore di Apple Steve Wozniak non è di certo l’ultimo arrivato in quanto ad innovazioni, e attualmente crede che queste arriveranno non dalla società di Cupertino, ma da Tesla ed il suo CEO Elon Musk.   Parlando delle Model S di Tesla, Wozniak ha dichiarato che la berlina ha ottenuto successo perché Musk si è occupato della sua realizzazione: «Quando le cose provengono da te, l’essere a conoscenza di ciò che veramente ti piace e poterla controllare… è in questi casi che si ottengono i migliori prodotti». La grandezza di Apple come società e la sua età potrebbero averla indotta a dormire sugli allori negli ultimi anni. Suggerendo i nomi di alcune società del settore tech che hanno “cambiato il mondo”, Wozniak cita Tesla, Google, Facebook, Apple e Microsoft. Tutte aziende nate delle menti di giovani sognatori e che, a detta di Woz, non giravano intorno a grandi affari. Apple è oggigiorno un’azienda leader del settore, che è riuscita a raggiungere il successo con prodotti che hanno rivoluzionato il mercato. Ma nonostante ciò, secondo il suo co-fondatore Steve “Woz” Wozniak, non sarà la madre della “next big thing” del mondo tecnologico.
Share
Pubblicato il

Tornano le voci sullo spostamento del Touch ID sul retro di iPhone8

Secondo la società di ricerche CLSA di Hong Kong molti delle caratteristiche del prossimo iPhone 8 saranno confermate ma la possibilità che il Touch ID venga spostato sul retro del dispositivo è molto alta. dalla relazione divulgata da CLSA si evince:
 Touch ID integrato nel display? Secondo noi non sarà così. Apple e Samsung hanno cercato di integrare il sensore di impronte digitali nel    display ma la tecnologia è ancora acerba e potrebbe causare un rallentamento nella  produzione di iPhone 8. Mentre alcuni ipotizzano la rimozione del Touch ID, sostituito dai sensori di              riconoscimento facciale, le ultime notizie derivanti dai fornitori ci portano a credere  che il sensore di impronte sarà ancora presente su iPhone 8 perché immediato,  semplice e legato al sistema di pagamenti. C’è però un’alta probabilità che venga integrato sul retro del dispositivo.
CLSA ha inserito anche una schema di iPhone con il Touch ID sul retro, posizionato leggermente sotto il logo Apple. Samsung ha spostato il sensore sul retro dei nuovi Galaxy S8 e S8+ ma in una posizione piuttosto scomoda, accanto alla fotocamera. Apple starebbe pensando di integrarlo in un punto molto più semplice da raggiungere. Lo schema di CLSA suggerisce anche le dimensioni di iPhone 8 che potrebbero essere 144x71x7,6 mm. Queste misure che lo renderebbero appena più grande di iPhone 7 ma più piccolo di iPhone 7 Plus con uno spessore di poco superiore ad iPhone 5s. Purtroppo le voci sulla posizione del Touch ID sul retro di iPhone tornano a farsi insistenti e anche l’analisi di JP Morgan non lascia ben sperare. Nella schema inserito nella loro relazione, alla voce “Sensore di impronte digitali” hanno risposto con un enigmatico “?“. Pur posizionando il sensore di impronte sulla scocca posteriore, con una maggiore facilità di produzione, lo schermo OLED causerà di un numero limitato di dispositivi al momento del lancio. Questa voce si ripete ogni anno ma questa volta ne è convinto anche Ming-Chi Kuo di KGI Securities. Anche il duo di analisti concorda sul fatto che Apple, come Samsung, stia lavorando all’integrazione del sensore sotto al display, tuttavia questo non sarà possibile in tempi brevi, o almeno per questa generazione di dispositivi. Qualora quindi iPhone 8 dovesse adottare un Touch ID posteriore, possiamo star certi che si tratterà di un compromesso temporaneo, in attesa che la generazione successiva sia abbastanza matura per proporre un sensore sotto al display veloce e affidabile come quello attualmente integrato sui vari iPhone in commercio.
Share
Pubblicato il

Nuovo Malware su MacOS

Adam Thomas, ricercatore di Malwarebytes ha scoperto un nuovo malware su MacOS in grado di accedere ai diversi  dati personali. Si tratta del trojan OS.X Bella, che rappresenta un pericolo piuttosto rilevante se viene attivato sul sistema operativo.
Solamente alcuni giorni fa vi abbiamo segnalato l’esistenza di un pericoloso malware chiamato OSX/Dok. Recentemente però è stato scoperto un altro trojan, potenzialmente ancora più pericoloso ed in grado di oltrepassare la protezione GateKeeper. Il file contenente il codice del trojan si maschera come un normale documento. Una volta installato, riesce ad abilitare una backdoor di nome Bella potenzialmente molto pericolosa. In questo caso il trojan, una volta installato, agisce senza disturbare l’utente. Il software è in grado di monitorare costantemente le password inserite possessore del Mac, i suoi iMessage ed altri dati sensibili. Secondo le ricerche di Adam Thomas, Bella riesce anche a controllare la fotocamera FaceTime e i dati di Trova il mio iPhone. Il malware risulta quindi essere piuttosto pericoloso per numerose aziende, che possiedono dati sensibili di questo tipo. Fortunatamente il certificato per l’installazione del trojan è già stato revocato, rendendo la sua installazione praticamente impossibile. Malwarebytes ha comunque avvisato le aziende, perché il file potrebbe già essere installato sui loro computer.
Share
Pubblicato il

OS X si trasforma, benvenuto macOS Sierra

La «X» – da leggersi «ten» – era un retaggio dei primi anni duemila, quando l’introduzione del nuovo sistema mandò in pensione Mac OS 9. Non aveva molto senso mantenerla troppo a lungo dopo il superamento della decima versione. Rimane invece il tributo ai luoghi della California: macOS 12 si chiama Sierra, un riferimento alla catena montuosa al confine col Nevada.

Mac OS Sierra è il nuovo prodotto Apple dedicato a MacBook e iMac prodotti a fine 2009 e successivi, MacBook Air, MacBook Pro e iMac mini usciti nel 2010 o successivamente.

Siri è sicuramente il cambiamento più importante. Infatti l’assistente virtuale di iPhone e iPad sarà disponibile anche su Mac, avrà una sua cona salvabile nel doc e un riquadro con le forme d’onda colorate in alto a destra dello schermo indicherà l’attività dell’assistente. Siri, come per iOS 10, potrà interagire con terze parti e tutti i risultati delle ricerche effettuate si possono bloccare nella sezione notifiche in modo da averle sempre a portata di mano.

Adesso, inoltre, sarà possibile spostare un’attività in corso da un dispositivo ad un altro senza doversi interrompere e ripartire da capo. Ad esempio se stiamo scrivendo una e-mail dal proprio iPhone possiamo continuare la scrittura sul Mac riprendendo da dove ci eravamo interrotti.

iCloud diventa più indipendente, infatti è in grado di archiviare sulla nuvola autonomamente i dati più vecchi presenti sul computer, per poi eliminarli dal dispositivo e liberare spazio di memoria.

La prima versione di macOS Sierra è già disponibile per gli sviluppatori, mentre in autunno, probabilmente assieme ai MacBook Pro di nuova generazione, arriverà la versione definitiva.

sierra_1

Share
Pubblicato il

iOS 10 esce allo scoperto

Negli scorsi giorni Apple ha pubblicamente annunciato l’uscita dei suoi nuovi software. Il principale è sicuramente iOS 10 che presenterà molti cambiamenti rispetto a iOS 9. Come prima distinzione vediamo che questo nuovo iOS gira solo sugli iPhone 5 e sueriori, lasciando quindi fuori l’iPhone 4s. Gli iPad mini di prima generazione e gli iPad 2 e 3 non potranno usare questo nuovo prodotto, come del resto gli iPod touch dalla quinta generazione in giù.

iOS 10 offre molte novità fra cui:

  • Rimozione delle App di sistema Le App come Bussola, Watch App, Meteo, Musica, iCloud Drive, iTunes ed altre non saranno più fisse e collegate al sistema operativo, ma potranno essere eliminate, ricaricate da Apple Store e aggiornate solo su richiesta degli utenti come per tutte le altre App.
  • Bedtime Si tratta di un nuovo tab nell’app Orologio che consente di impostare una sveglia per ricordarci di andare a dormire. L’app registra anche le ore di sonno fatte ogni notte.
  • Ottimizzazione musica Se l’iPhone è a corto di memoria, si può  impostarlo perché conservi solo una certa quantità di musica, cancellando tutto il resto.
  • Nuovo rumore tastiera Cambia il clic usato per la tastiera, meno squillante e più minimalista.
  • Game Center Come previsto il Game Center è stato ufficialmente rimosso.
  • 3D Touch Il Centro di Controllo adesso supporta il 3D Touch che può essere usato anche per abilitare e disabilitare i dati del cellulare nelle Impostazioni. Inoltre con il 3D Touch è possibile anche impostare l’intensità della Torcia su tre diversi livelli: bassa, media o alta.
  • “Torna a” Apple aveva già introdotto la possibilità di tornare all’app precedente con un semplice clic nella parte alta della schermata sulla destra, adesso questa icona è stata resa molto più visibile.
  • Schermata di blocco La schermata di blocco è stata migliorata con un design tutto nuovo soprattutto per quanto riguarda le notifiche
  • Dark Mode La modalità dark è un’ impostazione del tutto nuova che permette di cambiare il colore dello sfondo dell’elenco Impostazioni da bianco a nero per agevolare la lettura del display.
  • iMessage Forse il cambiamento più sostanzioso è proprio questo. Cambia la barra degli strumenti per far si che l’inserimento dei media e dei link sia più immediato, oltre all’aggiunta di nuovi adesivi e animazioni per i messaggi.

Queste sono solo alcune delle novità offerte da Apple con il suo nuovo software. Per poter provare iOS 10 sul proprio dispositivo però dobbiamo aspettare settembre, quando sarà reso disponibile alla clientela.

conceito-do-ios-10-ajustes ios_10 i message wake-alarm-ios-10

Share
Pubblicato il

[curiosità] L’iPod nell’acquario.. perché?

Steve Jobs è noto per l’eccentricità e gli scatti d’umore che talvolta hanno del geniale. E se vi state chiedendo cosa ci faccia un prototipo di iPod dentro un acquario, andate avanti e leggete il resto. fotomontaggio Di recente, l’ex impiegato Apple Amit Chaudhary ha raccontato la reazione di Jobs quando gli fu presentato il primo prototipo in assoluto di quello che sarebbe diventato iPod, il lettore multimediale più famoso dell’era digitale. Il problema riguardava lo spessore e la grandezza del dispositivo, ritenuti assolutamente inadeguati; e per spiegare meglio il proprio punto di vista, Jobs si lanciò in un inatteso colpo di scena. Su Quora, Chaudhary scrive: Quando gli ingegneri che lavoravano al primo iPod in assoluto completarono il prototipo, presentarono il loro lavoro a Steve Jobs per l’approvazione. Jobs giocherellò un po’ col dispositivo, lo analizzò, lo soppesò tra le mani, e prontamente lo bocciò. Era troppo grosso. Gli ingegneri spiegarono che avevano dovuto reinventare il modo di inventare, per creare l’iPod, e che era semplicemente impossibile renderlo più piccolo. Jobs restò in silenzio per un attimo. Poi si alzò, camminò verso un acquario e ci buttò l’iPod dentro. Dopo aver toccato il fondo, delle bolle iniziarono a risalire in superficie. “Quelle sono bolle d’aria,” disse. “Questo significa che c’è ancora spazio là dentro. Fatelo più piccolo.”
Share
Pubblicato il

[curiosità] iPhone 7 raggiungerà gli obiettivi di vendita stimati?

Come confermano le statistiche possiamo ricordare l’enorme incasso ottenuto da Apple col suo iPhone 6 e 6plus al momento dell’uscita in commercio del prodotto. Basti pensare che nelle prime 24 ore disponibili sono stati ordinati 4 milioni di dispositivi e nei successivi 3 giorni ne sono stati venduti più di 10 milioni. Questi numeri non sono stati raggiunti col prodotto successivo, ovvero l’ iPhone 6s e 6s plus, anche per casualità esterne che è possibile confermare con semplici calcoli statistici. Apple però conta di rifarsi non appena i nuovissimi iPhone 7 saranno disponibili nei negozi. Secondo la BMO Capital Markets le vendite saranno in linea con quelle verificatesi con iPhone 6 e quindi di gran lunga superiori rispetto a quelle registrate con iPhone 6s. Le aspettative di vendita stimate da Apple si aggirano intorno alle 75 milioni di copie entro la fine del 2016. Sicuramente sono obiettivi impegnativi da raggiungere ma come sempre Apple è in grado di stupirci, sopratutto adesso che ha l’appoggio di un vastissimo numero di acquirenti anche in  Cina ed India.

SAM

Share
Pubblicato il

Apple watch: fallimento o successo ?

watch 2.0Dopo la creazione di iPhone® molti prodotti usciti in seguito sono stati considerati dei fallimenti, ma non tutti i dispositivi possono essere paragonati ad un dispositivo rivoluzionario come iPhone®. Tra i prodotti Apple ritenuti flop possiamo trovare Apple Watch che non si è rivelato degno di essere paragonato agli altri successi del marchio internazionale, eppure c’è comunque una fascia di acquirenti che ritiene questo prodotto innovativo e utile. Nonostante tutto le statistiche affermano che dopo l’uscita di Apple Watch le vendite siano aumentate, infatti, sono state vendute oltre 12 milioni di copie dal giorno del suo ingresso sul mercato. Presto sarà rilasciato Apple Watch 2, che rispetto al predecessore, probabilmente sarà dotato di supporto alle reti cellulare e di un processore nettamente più potente. Il grande marchio ha inoltre affermato che il nuovo modello si potrà inserire una nano sim o addirittura sarà presente una sim virtuale per poterlo rendere indipendente da iPhone®. Apple® ha già reso disponibili delle nuove applicazioni per Apple Watch, che potranno funzionare in modo indipendente e la connessione ad internet permetterà di scaricare applicazioni, inviare messaggi e di poter uscire senza telefono. Inoltre, sarà disponibile la versione Beta di watchOS 2.2.2. all’uscita del dispositivo.
Share
Pubblicato il

[curiosità] Gli smatphone più apprezzati del 2015

Sia perché dobbiamo acquistare un nuovo telefono o per semplice curiosità a molti capita di controllare le statistiche e le classifiche dei cellulari più venduti ed apprezzati. Lo abbiamo fatto anche noi. Come ci potevamo aspettare i primi posti della classifica degli smartphone più acquistati nel 2015 sono occupati da dispositivi Apple e Samsung. Cercando su internet, troviamo a contendersi il primo posto il Samsung Galaxy S6 e l’ iPhone 6 subito seguiti dal Samsung Galaxy Note Edge e dall’ iPhone 6 plus. Questo sta a significare che in generale gli acquirenti preferiscono il prodotto top di gamma ma di dimensioni inferiori. subito dopo fra le marche più vendute troviamo l’LG con il modello G4, la Huawei con il suo top di gamma P8 e la Motorola coni dispositivi creati in collaborazione con Google come ad esempio il Nexus o il Moto G. In fine hanno avuto un riscontro positivo anche gli HTC One M9 e i Sony Xperia Z3.

Ad oggi la maggior parte delle case produttrici elencate in precedenza hanno fatto uscire i loro nuovi modelli, fra queste è compresa la Samsung con i suoi Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge. La Apple non ha ancora mostrato al pubblico il suo nuovo prodotto, ma lo aspettiamo con ansia anche per vedere se sarà all’altezza della concorrenza e se riuscirà ad imporsi sul mercato come ha sempre fatto.   

Share
Pubblicato il

WorldWide Developers Conference 2016, Apple presenta iOS10

Come ogni anno la Apple organizza in California la conferenza annuale durante la quale svela  ed espone le sue principali novità. Nel 2016 la WWDC si svolgerà fra il 13 ed il 17 giugno ma ovviamente navigando su internet possiamo trovare molti rumors e anticipazioni che saranno confermati soltanto al momento della mostra. Per il pezzo più atteso, ovvero l’ I phone 7, dobbiamo aspettare settembre, ma già da giugno dovrebbero essere divulgate le innovazioni riguardante il software. Verranno presentati i nuovi tvOS e watchOS, sarà annunciato il definito cambiamento da MacOS a OS X, ma soprattutto sarà reso pubblico il nuovo sistema operativo iOS10. Quest ultimo avrà un design più fresco e colorato, da notare in particolare modo un’evoluzione di Siri che d’ora in poi sarà in grado di interagire con app di terze parti. Apple riesce sempre a sorprenderci con le sue nuove proposte quindi adesso non ci resta che aspettare che queste notizie vengano confermate il prossimo 13 giugno.

ios10

Share
Pubblicato il

Come tutti gli altri, iPhone 7 non deluderà con tutte le sue novità

A settembre vi sarà la presentazione dei nuovi iPhone® proposti da Apple®. Secondo alcune notizie il design dei nuovi modelli sarà uguale a quello precedente ma ci ci saranno notevoli differenze tra iPhone® 7 (4.7 pollici) e iPhone® 7 Plus (5.5 pollici). Una delle novità dei questi modelli probabilmente sarà la sostituzione dei schermi touch standard con la tecnologia con nanofili d’argento che dovrebbero garantire un’ulteriore precisione. Il nuovo iPhone® 7 plus a quanto pare sarà un modello mai visto . Per la prima volta sarà presente una doppia fotocamera da 21 megapixel, a differenza del modello base che avrà una fotocamera da 12 megapixel .Inoltre ci sarà una novità hardware ovvero presenterà uno Smart Connector che renderà possibile il collegamento del telefono con tastiere e batterie esterne. I nuovi modelli in vendita saranno disponibili da 128 GB al posto di 64 GB ,da 32 GB e da 256 GB ( probabilmente solo per iPhone® 7 plus/Pro ). A partire da Settembre ,quando saranno usciti i nuovi modelli ,potrete venire nei Centri iDoctor® per la riparazione dei nuovi dispositivi .  
Share
Pubblicato il

Inaugurazione del nuovo Centro iDoctor® di Quarrata!

iDoctor® Franchising è lieta di annunciare la nuova apertura, con inaugurazione programmata per Sabato 14 Maggio dalle ore 18.30!

Lo Staff Vi aspetta per buffet, aperitivi e la presentazione del nuovo locale! Fronte-Volantino

Il nuovo Centro andrà ad intraprendere la strada già spianata dagli altri due: riparazioni live su iPhone®, iPad®, MacBook®, iMac®; vetri, pannelli LCD, touchscreen, antenna 3G, connettore USB, tutti questi servizi aspettano solo Voi!

Share
Pubblicato il

A quando il nuovo Apple Watch 2?

Il debutto dell’attesissimo Apple Watch 2 sarebbe previsto per il 21 marzo 2016, non si sa ufficialmente se lo presenteranno o se verra posticipato. Ci sono varie voci di corridoio su di esso e sulle sue nuove funzionalità ed alcune di queste sono:
  • la possibile integrazione di una fotocamera frontale per la possibilità ed utilizzo di FaceTime;
  • nuovi sensori per tenere sotto controllo la salute del possessore mentre fa sport o un allenamento;
  • l’incremento delle varie funzionalità quando il dispositivo non è collegato al proprio iPhone;
  • schermo OLED per un minore consumo della batteria;
  • integrazione della connessione Wifi all’interno del prodotto;
  • la possibilità dell’utilizzo del dispositivo come sveglia quando messo in carica orizzontalmente;
  •  il nuovo processore A32 ARM Cortex a 32bit, esso offre ancora più fluidità e minor consumo della batteria;
  • vi si potrà non solo collegare un iPhone ma anche iPod e iPad al dispositivo.
Share
Pubblicato il

Novità per iOS?

Come sapete Apple attribuisce ad ogni versione di OS X per Mac un nome come per esempio OS X 10 El Capitan, ma quello che non è stato reso pubblico è che pure per iOS le varie versioni hanno un codice per esempio iOS 9.3 Eagle, e ce ne sono per ognuna a partire dalla primissima che era 1.0 Alpine. Apple ha deciso di non rendere pubblici i nomi in codice delle versioni si IOS per il semplice motivo che ogni volta per una nuova uscita della versione si sarebbe dovuto imparare un nuovo nome, non solo quella del numero prima del punto ma anche i numeri  quelli successivi al primo punto. i varii nomi sono accomunati dal tema della montagna, sport invernali ed alle stazioni sciistiche.
Share
Pubblicato il

21 Marzo: due nuove presentazioni?

Il 21 Marzo, con l’arrivo della primavera, Apple terrà nel QG di Cupertino un evento in cui andrà a presentare (molto probabilmente) il nuovo iPad ed il nuovo iPhone. 230860_1a Come detto in precedenza il nuovo iPhone dovrebbe essere simile al già commercializzato 5s, più “economico” e con un display da 4″ che prenderà il nome di iPhone 5se ; mentre il nuovo iPad Air 2 avrà un monitor da 9,7″. L’evento si terrà in diretta alle 10:00 del mattino (estere) ed alle 19:00 (locali) in Italia. E voi? Guarderete la diretta via streaming?
Share
Pubblicato il

Whatsapp, il bug inaspettato

Nell’ultimo aggiornamento di Whatsapp, versione 2.12.14, si sono presentati alcuni problemi per i dispositivi Apple, sia iPhone che iPad. In questo bug di quest’ultima versione a seconda del modello il problema potrebbe essere differente, anche se i più diffusi sarebbero due, il primo quello della memoria interna quasi se non del tutto piena del proprio dispositivo, e poi quella del blocco di Whatsapp sul proprio dispositivo. Anche dopo varie eliminazioni di canzoni, immagini e video presenti sul dispositivo oppure neanche dopo aver disinstallato e reinstallato l’applicazione il bug non sparirebbe. Se riscontrate questi bug di Whatsapp non dovete preoccuparvi perché nei nostri centri vi risolveremo il problema!
Share
Pubblicato il

A spasso con Apple

Apple segretamente starebbe conducendo dei prototipi di Apple Car o iCar, anche se la stessa azienda continua a smentire queste informazioni da parte di vari siti che dicono il contrario. Naturalmente non è facile per una azienda di dispositivi elettronici costruire una autovettura da zero, per questo avrebbe richiesto l’aiuto dell’azienda automobilistica “BMW”, anche se se alla fine la BMW avrebbe rifiutato la loro offerta nel partecipare al progetto. L’azienda avrebbe un team composto da un migliaio di persone a lavorare al progetto “TITAN”, l’azienda avrebbe anche pensato di suddividere le diverse parti della macchina in modo da utilizzare varie tecnologie delle altre aziende per la costruzione del veicolo. Per la sperimentazione avrebbero costruito 40Km di strada e autostrada in modo da testare ogni possibilità, nella ex base navale risalente alla seconda guerra mondiale, il doppio della grandezza del Apple Campus e quindi una specie di Apple Campus 2. Naturalmente niente di tutto è ancora ufficiale dato che la stessa Apple tempo fa disse che non avrebbe reso quasi per nulla di ufficiale fino alla vicinanza dell’uscita del prodotto, in modo che si alimenti la suspense dei possibili compratori.
Share
Pubblicato il

Realtà virtuale, la nuova frontiera?

Come tutti saprete sia in quest’anno che nell’anno scorso ci sono state vari sviluppi nell’ambito della tecnologia AR/VR (Augmented Reality/Virtual Reality), sono emerse alcune informazioni riguardanti l’adesione segreta da parte di Apple. Apple avrebbe assunto man mano negli anni vari ingegneri con molte conoscenze in questo campo. Apple gia dal 2000 cominciò ha costruire alcuni prototipi si , però l’idea venne abbandonata molto presto per la tecnologia troppo arretrata di quel momento. La Apple ancora non ha riferito nulla di ufficiale riguardante questo nuovo dispositivo a marchio mela, ci sono gia alcune dicerie riguardante il design anche de non del tutto veritieri. Si pensa anche che potrebbe andare ad abbinarsi a Apple Car, anche se Apple avrebbe negato quest’ultima informazione, riguardante la costruzione e la sperimentazione di prototipi di Apple Car.
occhiali per la realtà virtuale
Share
Pubblicato il

IOS 10, le nuove aspettative

IOS 10 è ora mai alle porte e si spera sia sempre più utile e con nuove funzionalità per rendere ancora più semplice e gestibile. Alcune delle possibili nuove funzionalità anche se non ufficiali sono:
  • l’app di nome HomeKit, serve per gestire dal proprio smartphone gli elettrodomestici intelligenti collegati ad un dispositivo di nome hub;
  • un’aggiunta alle funzioni di Siri darebbe la possibilità di poterla impostare come segreteria per le chiamate;
  • Find My Friend ovvero un’app per sapere dove si trovano i tuoi amici, se possono rispondere ad una chiamata e per sapere lo status dello smartphone (modalità silenziosa e modalità aerea);
  • possibilità di modificare il centro di controllo.
Molto probabilmente il sistema operativo non potrà essere usufruibile per gli utenti aventi un iPhone 4s e un iPad 2, naturalmente le informazioni non sono ufficiali dato che la Apple non ha ancora rivelato nulla a riguardo.
Share
Pubblicato il

NYMI: il tuo cuore come chiave

NYMI è il primo braccialetto che legge l’impronta del cuore, elettrocardiogramma (ECG), può essere utilizzato scaricando l’apposita app sui nostri dispositivi, cosi facendo potremmo accederci solo noi proteggendo i nostri dati sensibili. Il servizio di NYMY per pagare un prodotto con la carta di credito avvicinando solamente la mano al lettore NFC per qualche secondo, il pagamento può essere effettuato solo se il terminale supporta contactless Tap & Go. NYMI è stato creato nel 2011 dall’azienda canadese Bionym con sede a Toronto, per effettuare i pagamenti utilizza la tecnologia NFC (Near Field Communication) insieme ad un chip della NXP accanto al precedente, il servizio di pagamento contactless per ora è solo disponibile in Canada. Esistono tre colori disponibili ed essi sono: lava (rosso); brina (bianco); carbonio (nero). Potrebbe essere integrato in Apple Watch e/o in Samsung Gear, aspettiamo l’aggiornamento da SDK 3.1 Beta alla versione successiva di SDK, insieme alle sue possibile nuove funzionalità  e miglioramenti.  
Share
Pubblicato il

iPad Air 3

 

iPad Air 3

l’ iPad Air 3 dovrebbe uscire a Marzo 2016 con prestazioni molto avanzate e sarà ,infatti, molto più veloce del iPad Air 2. Una caratteristica fondamentale dell’ iPad sarà la ultra sottilità, e per la prima volta un iPad sarà presente anche il Flash, una fotocamera posteriore da 8 Mp e una fotocamera anteriore da 2,1 Mp. Una caratteristica simile all’ iPad Pro è il connettore per collegare gli accessori. Sarà munito di un processore A9X da 64 bit e con una RAM tra i 2GB e i 4 GB. Sarà munito di quattro altoparlanti invece che i soliti due (2 in basso e 2 in alto). Come metodo di sblocco è stato aggiunto il riconoscimento facciale, però non sarà munito di Touch 3D. Sistema operativo IOS 9, avrà un aumento della durata della batteria e saranno aggiunti vari livelli di luminosità. Avrà un display con risoluzione 4K Ultra HD.
iPad Air 3
Share
Pubblicato il

iPhone 7, questo mistero!

iPhone 7 è uno fra i 10 più attesi del 2016, uno dei motivi è quello che ancora non si sa come sarà, dato che ancora non si hanno fonti attendibilissime. La sua uscita sarebbe per settembre-ottobre 2016 anche se c’é una probabilità che esso venga rimandata a una data ancora sconosciuta, perché la Apple avrebbe affidato la fabbricazione del nuovo iPhone alla ditta taiwanese  “TSMC” che dopo il recente disastro avveratosi lì, risentisse inizialmente solo 1% che però col tempo sia aumentato. Fra le caratteristiche più discusse ci sono:
  • i  soliti 16Gb di memoria iniziali verrebbero sostituiti dai 32Gb, poi a 64Gb e a 128Gb;
  • l’addio al tastino home fisico e benvenuto tastino home virtuale;
  • display edge to edge (bordo a bordo),il normale schermo in vetro sarà sostituito dal vetro in zaffiro per la sua particolare resistenza agli urti e agli acidi, questo non significa che è indistruttibile e l’estremità ricurva;
  • la resistenza a l’infiltrazione dell’acqua dentro di esso (impermeabile).
Ci sono anche molte altre voci fra cui una è quella riguardante la tecnologia Li Fi che andrebbe a sostituire quella Wi Fi essendo più veloce del 100x nello scaricare un programma.
possibile iPhone 7
   
Share
Pubblicato il

Caricatore con filo? O senza?

Apple sta sviluppando un nuovo tipo di tecnologia che possa caricare tutti i suoi prodotti anche se essi sono distanti dal caricatore, invece di dover sempre utilizzare l’ingombrante e classico cavetto USB. Tuttora esistono caricatori senza fili che però possiedono il grave difetto della poca efficenza nel ricaricare il proprio dispositivo rispetto al classico cavetto USB, anche Apple ha già sperimentato e messo in vendita dispositivi per la carica senza fili. I caricatori senza fili funzionano mediante l’appoggio del dispositivo dalla parte posteriore sulla base dei caricatori attraverso elettromagnetismo, che va ha caricare il telefono o un altro prodotto. C’é da dire anche che se sul sul telefono non ci fosse hardware di base al suo interno ci sarebbe bisogno di una cover apposita, che trasforma il segnale e lo invia allo Smartphone tramite  attacco dock, lightning e micro-USB. Se nel 2017 la Apple mettesse in produzione questa nuova tecnologia guadagnerebbe un vantaggio ancora maggiore sulla vendita di Smartphone, mp3 e tablet.
Share
Pubblicato il

Nuovo iPhone, nuove cuffie?

La Apple attualmente sta progettando la creazione di un nuovo paio di cuffie che prenderanno il nome di “AirPods” e non dovranno essere collegate al proprio Smartphone . Possiamo prendere come esempio le cuffie Bluetooth, gia in vendita, ma con la differenza che il lato sinistro e il lato destro non saranno collegate fra di loro. Esse probabilmente verranno messe in vendita dal 2017 con quello che si pensa sarà l’iPhone 7s per via della durata della batteria delle cuffie ancora insoddisfacente.    
Share
Pubblicato il

Millennium Bug? No, 1970 bug!

Capita che a volte il proprio dispositivo Apple®  si blocchi. iPad®, iPhone®, il sistema è sempre iOS ma a volte, con funzioni differenti. apple-mac-bug-1 Capitando che si blocchi il sistema lo si deve riavviare forzatamente e riavviandolo forzatamente accade una cosa di cui Apple® si è accorta soltanto adesso; la data e l’orario del telefono torna automaticamente al 1° Gennaio 1970. Direte voi: “Che vuoi che sia, non mi implicherà certo il funzionamento del telefono!” Invece no; avendo noi testato diverse situazioni analoghe a questa abbiamo riscontrato che il dispositivo non acquisterà più la rete, non rivelerà più la SIM e non effettuerà più chiamate. Apple® sta lavorando a questo “problema” e ben presto verrà fixato attraverso una nuova versione del sistema iOS. Restiamo in attesa!
Share