Pubblicato il

iOS 11 beta 1 è finalmente realtà

iOS 11 beta 1 è ora disponibile per il download per i soli sviluppatori registrati al Developer Program di Apple. La prima beta pubblica arriverà a Luglio. Il rilascio finale dell’aggiornamento, ossia quello che interesserà tutti gli utenti, avverrà in autunno. Al momento è possibile aggiornare ad iOS 11 in due modi: tramite apposito profilo developer o scaricando l’aggiornamento dal Dev Center di Apple. Ovviamente suggeriamo di procedere con il profilo poiché il download e l’installazione dell’aggiornamento saranno più rapidi.

Dispositivi compatibili

  • iPhone SE
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6 Plus
  • iPhone 6
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 5s
  • iPad Pro 12.9″ (seconda generazione)
  • iPad Pro 10.5″
  • iPad Pro 12.9″
  • iPad Pro 9.7″
  • iPad Air 2
  • iPad Air
  • iPad (2017)
  • iPad 4
  • iPad mini 4
  • iPad mini 3

Novità iOS 11

Seguono TUTTE le novità che abbiamo scovato in iOS 10, dalle più piccole alle più grandi:
  • L’aggiornamento OTA pesa 2 GB su iPhone 7 Plus.
  • iOS 11 beta 1 sembra piuttosto instabile al momento: non mancano bug, riscaldamenti e sicuramente la durata di batteria non sarà sufficiente. È una beta 1, ci sta assolutamente.
  • Tante nuove animazioni: il dispositivo si sblocca lasciando scorrere verso l’alto la schermata di blocco, c’è un effetto di ingrandimento dello sfondo alla chiusura delle app aperte, le schede del Multitasking compaiono istantaneamente e senza zoom-out, ecc.
  • Migliora la modalità Ritratto su iPhone 7 Plus: ora funziona anche di notte ed è possibile utilizzare il flash e l’HDR.
  • Adesso è possibile scrivere a Siri: attivando l’opzione da Impostazioni > Accessibilità > Siri, potrete richiamare Siri vocalmente con il comando “Ehi Siri” e invece premendo sul tasto Home sarà possibile digitare i nostri comandi in una nuova schermata dell’assistente vocale.
Nelle impostazioni delle AirPods vediamo la possibilità di selezionare un azione diversa legata al doppio tocco per ciascuna AirPods
  • Lo sblocco con Touch ID è più veloce grazie ad un’animazione di sblocco più breve.
  • Nuovo Centro di Controllo: unica schermata e toggle personalizzabili! Potrete inserire i comandi rapidi che preferite dalle impostazioni dello smartphone tra cui anche il pulsante per attivare e disattivare la rete dati!
  • Quasi tutti i toggle del Centro di Controllo sono sensibili al 3D Touch e premendo con decisione vengono aperte interfacce come queste.
  • Con una pressione decisa sui toggle delle connessioni è possibile visualizzare anche Hotspot personale e AirDrop nel nuovo Centro di Controllo.
  • È ora possibile richiamare la schermata di blocco anche dalla schermata Home con uno slide dalla barra di stato verso il basso.
  • I download e gli acquisti su App Store vengono autorizzati con una grafica identica a quella di Apple Pay.
  • Tornano le barre del segnale e sostituiscono i “pallini” presenti fino ad iOS 10 e modificato leggermente l’indicatore della batteria.
  • Siri ha una nuova interfaccia “bold” e una nuova icona del microfono.
  • Nuova app Telefono con dialer e testi bold.
  • App Store e iTunes Store completamente ridisegnati con sezione “Oggi”, “Giochi” e “App”.
  • In questa beta non c’è più il fastidioso HUD del volume che compariva al centro dello schermo quando si andavano a premere i tasti Volume + e Volume -.
  • Nuovi widget nella schermata di blocco.
  • In iOS 10 molte forme sono più tondeggianti rispetto alle linee più netti di iOS 11. Un esempio? La barra degli indirizzi e della ricerca in Safari.
  • In Impostazioni > Generali è stato aggiunto il pulsante “Spegni” per spegnere il dispositivo.
  • Scompaiono i nomi delle applicazioni dal dock.
  • Al momento, nonostante ci sia l’opzione in Impostazioni > Messaggi non è possibile attivare correttamente la sincronizzazione dei messaggi/iMessage con iCloud.
  • Ora è possibile scattare Live Photo durante una chiamata FaceTime.
  • Possibilità di scegliere il formato per foto e video da Impostazioni > Fotocamera. Preferendo HEIF e HEVC le foto e i video peseranno meno, mentre scegliendo il JPEG e l’H.264 i file saranno più pesanti ma di qualità migliore.
  • Nuovi effetti Eco e Riflettore per i messaggi in iMessage.
  • No, non c’è traccia della Dark Mode: è stata introdotta una nuova opzione di accessibilità per invertire i colori, ma questa NON è una dark mode. Anche perché inverte tutti i colori, anche quelli delle immagini, ad esempio.
  • Arriva la possibilità di spostare più icone insieme! Per farlo basta premere a lungo su un’icona e quando si entra in modalità di modifica (quando le icone ballano) basterà trascinare un’icona e premere con un altro dito sulla seconda app da spostare, sulla terza e così via, fino a quando non verrà mostrato un badge blu con il numero delle app che state spostando.
Share
Pubblicato il

La vera rivoluzione di iPhone 8 ed iOS 11 potrebbe essere il nuovo chip “Apple Neural Engine”

L’industria degli smartphone è arrivata a toccare l’eccellenza. Si può migliorare il processore, mettere più RAM, ma le vere e proprie rivoluzioni (in questo momento) sono difficili. iPhone 8 ed iOS 11 però, potrebbero rappresentare il punto di inizio verso una nuova era fatta di intelligenza artificiale.

Durante l’ultima conferenza di Google abbiamo visto quanto stia diventando importante l’intelligenza artificiale anche per rendere le applicazioni realmente più evolute ed efficienti. Ci troviamo di fronte ad una nuova generazione di software, in grado di imparare ed evolversi da solo.   Ormai mancano pochissimi giorni alla WWDC 2017 durante la quale verrà presentato iOS 11 e secondo quanto riportato da Bloomberg, anche Apple giocherà molto su questo aspetto. A Cupertino starebbero sviluppando un nuovo chip chiamato “Apple Neural Engine“, in grado di gestire il riconoscimento vocale e visivo ma anche di svolgere determinate azioni in maniera automatica senza intervento diretto di un’intelligenza umana. Torna in ballo l’acquisizione di Workflow che potrebbe diventare parte di un progetto molto più ampio dove “la macchina”, (l’iPhone), riesce a svolgere tantissime funzioni automaticamente, auto-apprese dalle operazioni che ogni utente svolge quotidianamente sul proprio smartphone. Avere un chip apposito per la rete neurale, migliorerebbe anche l’efficienza riducendo i consumi di batteria. Bloomberg riporta anche che questo chip è già in fase di test su alcuni prototipi di iPhone e riesce a gestire il riconoscimento facciale nelle foto, quello vocale e la tastiera predittiva. iOS 11 potrebbe segnare un punto di fine per le precedenti dieci versioni del sistema operativo, ed un punto di inizio per una nuova era di software. più proiettato verso un futuro dove il computer riesce a svolgere autonomamente gran parte del nostro lavoro, proprio come si vede nei film di fantascienza.
Share
Pubblicato il

NUOVO iOS 11 DETTAGLI RIVELATI NELL’INTERVISTA CON APPLE EXEC

Con WWDC a circa cinque settimane di distanza, iOS 11 è ancora un qualcosa di misterioso. Questo è particolarmente inusuale dato che le prossime funzionalità iOS spesso hanno la tendenza di essere divulgate nelle settimane e nei mesi precedenti alla conferenza annuale dei sviluppatori di Apple.

Per quanto riguarda le altre funzionalità di iOS 11, Siri vedrà una massiccia revisione e una maggiore integrazione con qualsiasi numero di altre applicazioni e servizi iOS, tra cui Messaggi e iCloud. Inoltre l’iPhone 8 includerà le fotocamere 3D avanzate, è stato anche detto che iOS 11 sarà dotato di nuove funzionalità con realtà aumentata.

Share