Pubblicato il

Nokia e Apple risolvono i problemi e siglano un accordo sui brevetti ed una collaborazione commerciale

Nokia e Apple hanno annunciato oggi di aver risolto di ogni contenzioso relativamente alla disputa in materia di proprietà intellettuale e di aver stipulato una licenza di brevetto pluriennale.

“Si tratta di un accordo significativo fra Nokia e Apple,” ha dichiarato Maria Varsellona, Chief Legal Officer e responsabile del settore licenze di brevetto per Nokia. “Sposta la nostra relazione con Apple dall’essere avversari in tribunale all’essere partner commerciali che agiscono per il bene dei nostri clienti.” Nel quadro di un accordo di collaborazione, Nokia fornirà a Apple alcuni prodotti e servizi legati all’infrastruttura di rete. Apple ricomincerà a distribuire i prodotti Nokia per la salute digitale (precedentemente noti sotto il marchio Withings) negli store online e fisici Apple. Le due società stanno inoltre esplorando una futura collaborazione per iniziative mirate alla salute digitale. Gli alti dirigenti di Nokia e Apple si incontreranno regolarmente per consentire a questa relazione di svilupparsi in maniera efficace e a beneficio di ambo le parti nonché dei rispettivi clienti. “Siamo lieti di aver potuto risolvere la nostra disputa e siamo ansiosi di consolidare la nostra relazione commerciale con Nokia,” ha affermato Jeff Williams, Chief Operating Officer di Apple. “Questo accordo rafforzerà la nostra collaborazione,” ha dichiarato Basil Alwan, Presidente del settore reti IP/ottiche per Nokia. “Non vediamo l’ora di supportare Apple.” Benché i dettagli del contratto restino riservati, Nokia riceverà un anticipo in contanti da parte di Apple, seguito da ulteriori ricavi durante il periodo di validità dell’accordo.” Il valore dell’accordo sarà rispecchiato in parte come ricavi netti delle licenze di brevetto in Nokia Technologies e in parte come ricavi netti in altri gruppi della società. Nokia si atterrà alle prassi aziendali attualmente in vigore per la dichiarazione dei ricavi generati dalle licenze di brevetto nelle comunicazioni trimestrali della società e prevede che i profitti derivanti dall’accordo inizieranno a essere registrati nel secondo trimestre del 2017, incluso una voce di ricavi di recupero non ricorrente. In virtù dell’anticipo in contanti versato da Apple, Nokia intende introdurre un aggiornamento onnicomprensivo del proprio programma di ottimizzazione della struttura del capitale congiuntamente ai risultati aziendali del terzo trimestre del 2017.
Share
Pubblicato il

Nuovo speaker alimentato da Cortana

Sono passati quasi sei mesi da quando Harman e Microsoft hanno anticipato il rilascio di un nuovo speaker che sarà alimentato dall’assistente personale digitale Cortana. Ebbene, Harman conferma che Invoke – questo il nome del dispositivo – sarà presto disponibile per l’acquisto. Il nuovo altoparlante è stato infatti appena elencato sul sito ufficiale di Harman Kardon con la dicitura “prossimamente“. Come anticipato, Invoke è un diffusore circolare sul genere di Google Home e Amazon Echo che fornisce un suono a 360 gradi grazie alla sua forma cilindrica, ma supporta anche la possibilità di effettuare e ricevere chiamate tramite Skype. Invoke probabilmente sarà presentato questo mese alla conferenza di Microsoft, ma non sarà disponibile per l’acquisto fino all’autunno. Il nuovo altoparlante sarà disponibile sia in nero che in argento. I clienti possono già registrarsi per essere avvisati quando l’Invoke sarà disponibile per l’acquisto. Purtroppo nessuna notizia sul prezzo.
Share
Pubblicato il

Windows Phone scompare dal panorama mobile

E’ fallito il tentativo di Microsoft di ottenere una quota del mercato, convertendo i sostenitori di iOS ed Android. Il sistema operativo Windows Phone può già essere considerato “morto”.

  Che il Windows Phone sia un dispositivo senza alcun futuro lo confermano ormai anche le voci di alcune figure chiave all’interno di Microsoft. Una tra tutte quella di Amy Hood, chief financial officer di Microsoft, che proprio durante la presentazione degli ultimi risultati fiscali ha definito i ricavi della telefonia, non rilevanti, aggiungendo inoltre che le previsioni future sono tra le più nere. Tutto ciò per molti non sarà una sorpresa, all’orizzonte non sembra ci siano nuovi dispositivi e gli ultimi Lumia risalgono ad oltre un anno fa, c’è da aggiungere che in alcuni mercati addirittura per mesi questi dispositivi non sono stati disponibili. La crisi che ha colpito il settore mobile dell’azienda di Redmond non è destinato a terminare. Complici, probabilmente, le politiche che l’azienda stessa ha intrapreso sin da quando c’è stata l’acquisizione di Nokia. iOS ed Android rimangono padroni indiscussi della scena mentre Windows Phone ha ormai cifre così irrilevanti che possono essere trascurate.
Share