Pubblicato il

OS X si trasforma, benvenuto macOS Sierra

La «X» – da leggersi «ten» – era un retaggio dei primi anni duemila, quando l’introduzione del nuovo sistema mandò in pensione Mac OS 9. Non aveva molto senso mantenerla troppo a lungo dopo il superamento della decima versione. Rimane invece il tributo ai luoghi della California: macOS 12 si chiama Sierra, un riferimento alla catena montuosa al confine col Nevada.

Mac OS Sierra è il nuovo prodotto Apple dedicato a MacBook e iMac prodotti a fine 2009 e successivi, MacBook Air, MacBook Pro e iMac mini usciti nel 2010 o successivamente.

Siri è sicuramente il cambiamento più importante. Infatti l’assistente virtuale di iPhone e iPad sarà disponibile anche su Mac, avrà una sua cona salvabile nel doc e un riquadro con le forme d’onda colorate in alto a destra dello schermo indicherà l’attività dell’assistente. Siri, come per iOS 10, potrà interagire con terze parti e tutti i risultati delle ricerche effettuate si possono bloccare nella sezione notifiche in modo da averle sempre a portata di mano.

Adesso, inoltre, sarà possibile spostare un’attività in corso da un dispositivo ad un altro senza doversi interrompere e ripartire da capo. Ad esempio se stiamo scrivendo una e-mail dal proprio iPhone possiamo continuare la scrittura sul Mac riprendendo da dove ci eravamo interrotti.

iCloud diventa più indipendente, infatti è in grado di archiviare sulla nuvola autonomamente i dati più vecchi presenti sul computer, per poi eliminarli dal dispositivo e liberare spazio di memoria.

La prima versione di macOS Sierra è già disponibile per gli sviluppatori, mentre in autunno, probabilmente assieme ai MacBook Pro di nuova generazione, arriverà la versione definitiva.

sierra_1

Share
Pubblicato il

Apple watch: fallimento o successo ?

watch 2.0Dopo la creazione di iPhone® molti prodotti usciti in seguito sono stati considerati dei fallimenti, ma non tutti i dispositivi possono essere paragonati ad un dispositivo rivoluzionario come iPhone®. Tra i prodotti Apple ritenuti flop possiamo trovare Apple Watch che non si è rivelato degno di essere paragonato agli altri successi del marchio internazionale, eppure c’è comunque una fascia di acquirenti che ritiene questo prodotto innovativo e utile. Nonostante tutto le statistiche affermano che dopo l’uscita di Apple Watch le vendite siano aumentate, infatti, sono state vendute oltre 12 milioni di copie dal giorno del suo ingresso sul mercato. Presto sarà rilasciato Apple Watch 2, che rispetto al predecessore, probabilmente sarà dotato di supporto alle reti cellulare e di un processore nettamente più potente. Il grande marchio ha inoltre affermato che il nuovo modello si potrà inserire una nano sim o addirittura sarà presente una sim virtuale per poterlo rendere indipendente da iPhone®. Apple® ha già reso disponibili delle nuove applicazioni per Apple Watch, che potranno funzionare in modo indipendente e la connessione ad internet permetterà di scaricare applicazioni, inviare messaggi e di poter uscire senza telefono. Inoltre, sarà disponibile la versione Beta di watchOS 2.2.2. all’uscita del dispositivo.
Share
Pubblicato il

Novità per iPad®?

Per restare al passo con la tecnologia anche Apple® ha proposto un nuovo iPad Pro da 9.7″ e 12.9″ che, come i Surface di Microsoft®, permettono il collegamento con altri dispositivi attraverso Smart Connector. L’unica differenza tecnica tra i due modelli è che quello più grande possiede una RAM da 4 GB a differenza di quello più piccolo che ne ha una da 2 GB Nel modello da 9.7″, la prima versione di iOS 9.3.2, aveva diversi problemi da risolvere, infatti  causava alcuni malfunzionamenti, successivamente è stata rilasciata una nuova versione (disponibile solo  per questo modello)  che ha corretto tutti i bug. A settembre, con l’uscita del nuovo iPhone® 7, saranno presentati altri modelli di iPad®?  
Share
Pubblicato il

WorldWide Developers Conference 2016, Apple presenta iOS10

Come ogni anno la Apple organizza in California la conferenza annuale durante la quale svela  ed espone le sue principali novità. Nel 2016 la WWDC si svolgerà fra il 13 ed il 17 giugno ma ovviamente navigando su internet possiamo trovare molti rumors e anticipazioni che saranno confermati soltanto al momento della mostra. Per il pezzo più atteso, ovvero l’ I phone 7, dobbiamo aspettare settembre, ma già da giugno dovrebbero essere divulgate le innovazioni riguardante il software. Verranno presentati i nuovi tvOS e watchOS, sarà annunciato il definito cambiamento da MacOS a OS X, ma soprattutto sarà reso pubblico il nuovo sistema operativo iOS10. Quest ultimo avrà un design più fresco e colorato, da notare in particolare modo un’evoluzione di Siri che d’ora in poi sarà in grado di interagire con app di terze parti. Apple riesce sempre a sorprenderci con le sue nuove proposte quindi adesso non ci resta che aspettare che queste notizie vengano confermate il prossimo 13 giugno.

ios10

Share