Pubblicato il

Face ID come Touch ID?

Attenzione all’iPhone X avrei voluto chiamare questo articolo, però mi sembrava troppo poco consono.
Face ID iPhone X
Face ID iPhone X
Durante alcuni test è stato diagnosticato che il connettore della fotocamera anteriore – comprendente anche sensore di prossimità, sensore luce ed appunto fotocamera – è criptato da Apple® e quindi legato direttamente al telefono associato (presumibilmente tramite miei e/o s/n), quindi non sostituibile. Questa situazione sembra proprio come la precedente vista con il touch-id dei prodotti a partire da 5s. Questo problema si verifica solo durante l’installazione di un nuovo circuito fotocamera Face ID, quindi attenzione alla sostituzione in quanto si rischia di non poter più utilizzare questa funzionalità innovativa. Vedremo con i test futuri come seguirà l’evolversi della situazione.
Share
Pubblicato il

Apple brevetta il Touch ID nel tasto di accensione dell’iPhone

In questi giorni stanno girando tantissimi rumors sul nuovo iPhone 8, il punto più discusso è quello relativo all’installazione del Touch ID. Le prime voci lo davano sul retro, poi sono state superate da quelle che lo volevano sotto allo schermo. Nel frattempo però Apple ha brevettato un sistema per inserirlo sul tasto di accensione. Il brevetto , con il titolo “Finger biometric sensor assembly including direct bonding interface and related methods“, descrive un metodo per incorporare un lettore di impronte digitali in un pulsante. L’ipotesi migliore sarebbe nel tasto di accensione. Nel brevetto viene evidenziato che lo strato esterno del tasto potrebbe comprendere un pezzo estremamente sottile di vetro o zaffiro. SONY utilizza già da qualche anno questo tipo di approccio, integrando il lettore nello stesso tasto che bisogna premere per attivare lo schermo.
Share
Pubblicato il

iPhone 8: Un bellissimo concept dalle linee essenziali

The 90s Robot ha pubblicato un nuovo video concept per l’iPhone 8. E’ molto essenziale e semplice e racchiude gli ultimi leak.

Quando pubblichiamo i Concept di iPhone 8, spesso sono molto ambiziosi e di conseguenza poco vicini alla realtà. Quello che vi mostriamo oggi è decisamente semplice ma davvero molto bello. E’ un iPhone tutto-schermo dove sensori e fotocamere sono poste sotto al display per sparire ed apparire all’ occorrenza. Troviamo anche il Touch ID, nella solita posizione.
Share
Pubblicato il

Tornano le voci sullo spostamento del Touch ID sul retro di iPhone8

Secondo la società di ricerche CLSA di Hong Kong molti delle caratteristiche del prossimo iPhone 8 saranno confermate ma la possibilità che il Touch ID venga spostato sul retro del dispositivo è molto alta. dalla relazione divulgata da CLSA si evince:
 Touch ID integrato nel display? Secondo noi non sarà così. Apple e Samsung hanno cercato di integrare il sensore di impronte digitali nel    display ma la tecnologia è ancora acerba e potrebbe causare un rallentamento nella  produzione di iPhone 8. Mentre alcuni ipotizzano la rimozione del Touch ID, sostituito dai sensori di              riconoscimento facciale, le ultime notizie derivanti dai fornitori ci portano a credere  che il sensore di impronte sarà ancora presente su iPhone 8 perché immediato,  semplice e legato al sistema di pagamenti. C’è però un’alta probabilità che venga integrato sul retro del dispositivo.
CLSA ha inserito anche una schema di iPhone con il Touch ID sul retro, posizionato leggermente sotto il logo Apple. Samsung ha spostato il sensore sul retro dei nuovi Galaxy S8 e S8+ ma in una posizione piuttosto scomoda, accanto alla fotocamera. Apple starebbe pensando di integrarlo in un punto molto più semplice da raggiungere. Lo schema di CLSA suggerisce anche le dimensioni di iPhone 8 che potrebbero essere 144x71x7,6 mm. Queste misure che lo renderebbero appena più grande di iPhone 7 ma più piccolo di iPhone 7 Plus con uno spessore di poco superiore ad iPhone 5s. Purtroppo le voci sulla posizione del Touch ID sul retro di iPhone tornano a farsi insistenti e anche l’analisi di JP Morgan non lascia ben sperare. Nella schema inserito nella loro relazione, alla voce “Sensore di impronte digitali” hanno risposto con un enigmatico “?“. Pur posizionando il sensore di impronte sulla scocca posteriore, con una maggiore facilità di produzione, lo schermo OLED causerà di un numero limitato di dispositivi al momento del lancio. Questa voce si ripete ogni anno ma questa volta ne è convinto anche Ming-Chi Kuo di KGI Securities. Anche il duo di analisti concorda sul fatto che Apple, come Samsung, stia lavorando all’integrazione del sensore sotto al display, tuttavia questo non sarà possibile in tempi brevi, o almeno per questa generazione di dispositivi. Qualora quindi iPhone 8 dovesse adottare un Touch ID posteriore, possiamo star certi che si tratterà di un compromesso temporaneo, in attesa che la generazione successiva sia abbastanza matura per proporre un sensore sotto al display veloce e affidabile come quello attualmente integrato sui vari iPhone in commercio.
Share
Pubblicato il

Macbook Pro 2016, l’innovazione che fa discutere

Che sia impiegato come strumento di lavoro o di svago, il Macbook non delude mai.

Come ogni prodotto Apple è in continua evoluzione ed ogni nuovo modello presenta miglioramenti rispetto al precedente. Il Macbook Pro che uscirà nel 2016 è un caso a parte, infatti le opinioni sulle modifiche apportate a questo modello sono contrastanti. Sembra che oltre all’implementazione del Touch ID, i tasti di funzione nella parte alta della tastiera saranno sostituiti da un secondo schermo OLED. Da un lato può sembrare molto più scomodo rispetto a i classici tasti fisici, infatti chi acquisterà questo nuovo prodotto dovrà cambiare le sue abitudini; d’altro canto l’eliminazione dello spessore creato dai tasti permetterà l’inserimento delle  nuove cerniere ultra-tecnologiche che collegheranno il monitor alla scocca, avendo così un design sottilissimo. Certo, avere una Barra OLED al posto di pulsanti fisici, implica la possibilità di adattare le funzionalità in base alle necessità dell’utente o all’app aperta di volta in volta, il che ci intriga parecchio.

Voi che ne pensate?

macbook pro

Share